Home  
English
French
Italian
Russian
On-Site Porperty Services

Malta

Send Email  Print

Posizione

 

                         

 

 

 

Situata nel Mar Mediterraneo, esattamente al Sud della Sicilia, l’arcipelago maltese comprende fondamentalmente tre isole: Malta, Gozo e Comino. La loro popolazione totale nel 2004 era di 402,000 abitanti.

L’isola più grande del gruppo è Malta, dalla quale l’arcipelago prende il nome. Valletta, la capitale, è il centro culturale, amministrativo e commerciale dell’arcipelago. Malta è ben servita con i porti, il principale dei quali è il Gran Harbour di Valletta e un numero di porti per yacht come Ta Xbiex, Msida e Vittoriosa. L’aereoporto internazionale di Malta è situato a 5 km dalla capitale.

La seconda isola più grande, Gozo è topograficamente abbastanza differente da Malta. Di gran lunga attrattiva e anche più verde, Gozo può essere raggiunta da Malta con il traghetto da Cirkewwa e Pieta, vicino a Valletta, e con elicottero dall’aereoporto.

Le altre quattro isole dell’arcipelago sono Comino, Cominetto, Filfla e l’isoletta di St.Paul. Di queste solo Comino, situata tra Malta e Gozo, ospita una popolazione molto limitata. Trasformata in popolare luogo di soggiorno poichè possiede un paio di spiagge molto belle, Comino può essere raggiunta da Cirkewwa, o con la barca o con i traghetti per escursioni durante i mesi estivi.

 

Caratteristiche Territoriali

 

Malta non possiede montagne o fiumi. Presenta una serie di basse colline con campi terrazzati sui pendii caratteristici dell’Isola.

Le coste di Malta sono molto frastagliate, sono quindi presenti numerosi porti, baie, insenature, spiagge sabbiose e insenature rocciose. La lunghezza del litorale che circonda Malta è di 136 km, mentre la lunghezza del litorale di Gozo è di 43 km.

 

 

 

Posizione

 

 

TheLa distanza da Malta e il punto della Sicilia più vicino dista 93 km. La distanza dal più vicino territorio Nord-africano (Tunisia) è di 288 km. Gibilterra è 1.826 km a Ovest e Alessandria è 1.510 km a Est.

Questa posizione strategica ha permesso a Malta di ricoprire un ruolo importante nel commercio. Il porto di Malta è uno dei porti del Mediterraneo più importanti per le navi mercantili.

Le isole maltesi si trovano sotto le seguenti coordinate:

Latitudine Nord 36, 00, 00 Longitudine Est 14, 36, 00

 

 

 

Clima

 

E’ il clima, più di ogni altra cosa che rende Malta un’importante meta per i turisti nel centro del Mediterraneo. Le precipitazioni annuali totali sono circa di 50 cm (20 ins). La temperatura media invernale è di 12 degC (54F). Esistono in realtà solo due stagioni a Malta, la stagione estiva secca e la stagione invernale mite. Le precipitazioni medie sono di 578 mm (22.756 ins). Piove raramente: quando piove avviene nei mesi estivi.

 

Storia: Malta Preistorica

 

     250     250

 

 

Il paese comprende un arcipelago formato da tre isole abitate: Malta, Gozo e Comino. La popolazione, conosciuta come maltese, è discendente dagli antichi Cartaginesi e dai Fenici, con forti elementi derivanti dalla popolazione italiana, siciliana e greca.

Le lingue ufficiali sono il Maltese e l’Inglese. Quasi tutti i maltesi parlano anche italiano. La lingua maltese è l’unica lingua semitica ufficialmente scritta con alfabeto latino. Per oltre 300 anni Malta fu colonia araba, e negli anni successivi, la lingua maltese fu influenzata da nuove parole provenienti da vari paesi europei e imperi che una volta occuparono Malta.

I primi esploratori conosciuti, la maggior parte dei quali probabilmente arrivarono dalla Sicilia, approdarono a Malta nel 6000 a.C. Costituirono il tempio Megalitico e oggi, grazie a loro, le isole possono vantare dei più vecchi templi esistenti al mondo, più vecchi delle piramidi di Egitto.

Dalla preistoria le isole passarono alla storia con l’arrivo dei primi colonizzatori, i Fenici che arrivarono circa 700 anni prima di Cristo.

 

 

Storia: Malta Punica

 

                  

 I fenici chiamarono Malta, Mlt, attribuendole il significato di riparo. La parola avrebbe potuto essere pronunciata Malet o Melet, che porta al nome romano Malta, Melita.

I fenici, avendo capito quale fosse l’importanza della sua posizione centrale e strategica al centro del Mediterraneo, trasformarono Malta in una ricca e fiorente colonia punica, un porto di richiamo per le navi mercantili fenice perchè uno dei porti più protetti dell’isola.

I fenici trovarono qui un ottimo posto di rifugio, dotato di un porto eccellente nel cuore del Mediterraneo.

Attorno al 420-480 a.C, Malta fu occupata dai Cartaginesi che la utilizzarono come loro avamposto per attaccare i porti siciliani durante la loro guerra contro la Sicilia. I maltesi aumentarono la loro ricchezza con la crescita del commercio con le altre città cartaginesi. Venivano esportati verso queste terre tessuti e cotoni.

Nell’anno 220 a.C, i romani conquistarono Malta dai Cartaginesi durante la seconda Guerra Punica. I romani trattarono i maltesi come amici ed ebbero il loro rappresentante per Roma. Le isole migliorarono, le strade, le banchine del porto, le riserve d’acqua pure, furono costruite ville, templi e palazzi e si sviluppò il commercio.

Fu sotto i romani, nell’anno 60 d.C che Paolo di Tarso (San Paolo) durante il suo viaggio dalla Palestina a Roma naufragò qui. Gli atti degli Apostoli menzionano l’ospitalità del popolo maltese “quando raggiungemmo terra, conoscemmo l’isola chiamata Melita e gli abitanti si presero grande cura di noi” così il cristianesimo giunse nella Malta pagana.

 

 

Storia: Malta Medievale

 

           

 

 

Nell’anno 870 d.C., quando i maltesi facevano parte dell’impero bizantino, gli arabi colonizzarono le isole per quasi 300 anni, fino a che il Conte Roger il Normanno, un successore di Guglielmo il conquistatore dell’Inghilterra, nel 1090 conquistò le isole e aggiunse Malta al suo Impero. Si narra che la nostra bandiera fu consegnata dal Conte Roger ai maltesi dedicando una sezione del suo stemma di Hauteville-bianco e l’asta rossa nella parte finale. La bandiera fu riconosciuta dal Re Alfonso di Spagna nel 1429.

Per più di due secoli Malta fece parte della flotta Aragonese. All’inizio del XVI secolo, la flotta di Aragona e Castiglia sconfisse Carlo V che in quel periodo era a capo del Sacro Romano Impero. Carlo V possedeva un impero troppo vasto e nel 1530 preferì cedere le isole all’Ordine dei Cavalieri di St.John come feudo sotto la condizione che ogni anno avrebbero offerto al re un falco vivo.

Durante i seguenti 200 anni Malta passò probabilmente il più fiorente ed interessante periodo della sua storia. Nel 1565, i Turchi invasero Malta come desideravano, per eliminare completamente i Cavalieri e usare l’isola come forezza Ottomanna, dalla quale potevano attaccare l’Europa meridionale. Il quarto mese di assedio fu disastroso per i Turchi; sebbene i Turchi fossero numericamente superiori, i Cavalieri e la popolazione maltese opposero loro resistenza, difesero la loro patria e sconfissero i Turchi.

Dopo questa vittoria i Cavalieri si concentrarono sulla crescita degli scambi commerciali, la costruzione di ospedali, il più importante ospedale poteva ospitare 500 pazienti ed era famoso come uno dei migliori del mondo; chiese, palazzi e soprattutto furono erette nuove linee di fortificazione, bastioni e una nuova città fortezza la quale fu chiamata Valletta, in onore del Gran Maestro La Vallette sotto la cui guida e coraggio, i Cavalieri e i maltesi sconfissero l’assalto ottomanno.

 

 

Storia: Malta Moderna

 

 

Non c’è da meravigliarsi, quando nel 1798, Napoleone entrato a Valleta commentò che lui preferiva vedere l’occupazione inglese a Monmartre (cuore di Parigi) piuttosto che l’occupazione dell’isola di Malta. Questo pose fine a 268 anni di dominio dei Cavalieri di St.John e Malta fu destinata a diventare un tipico dipartimento francese.

Tuttavia, il dominio della Francia ebbe vita breve. Dal 1880 i maltesi avanzarono contro la Francia, chiamarono Nelson in aiuto e insieme ebbero successo facendo uscire la guarnigione francese da Malta.

I maltesi cercarono la protezione del trono britannico. Era l’inizio del dominio britannico qui, per i seguenti 160 anni. Nel 1964, Malta divenne indipendente e nel 1974 divenne Repubblica all’interno del Commonwelth. Dal 1 maggio 2004 Malta è entrata a far parte dell’Unione Europea.

 

 

Attrezzature per Yacht

 

            

 

 

Le isole maltesi oggi hanno cinque porti noti per lo Yacht, quattro a Malta e uno a Gozo, con un potenziale di quasi 2000 ancoraggi. Una di queste è la Manoel Island Marina ancora in fase di costruzione, mentre il Grand Harbour Marina a Vittoriosa è ora completamente operativo. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito nautica.com.mt  

Grand Harbour Marina - Vittoriosa: porto con circa 35 ancoraggi nella stessa lunghezza di 20-25 metri (dai 66 agli 82 piedi), circa 14 ancoraggi dai 26 ai 35 metri (dagli 85 ai 115 piedi) e circa 20 ancoraggi dai 50 agli 85 metri (dai 164 ai 279 piedi). Il Grand Harbour Vittoriosa è uno dei più grandi porti per imbarcazioni al mondo.

Manoel Island Marina - Ta Xbiex: porto con 60 chiatte e 20 poppe per l’ancoraggio, dimensione massima 80 metri, profondità massima 5 metri, con acqua ed elettricità a disposizione per ogni ancoraggio.

Portomaso Marina - St.Julians: può ospitare fino a 45 barche a vela per una lunghezza massima di 16 metri e oltre 60 imbarcazioni guidate a motore fino a un massimo di 16 metri.

Mgarr Marina - Gozo: Il Mgarr Marina è formato da 208 ancoraggi. Il porto fornisce un perfetto punto di sosta per chiunque stia visitando Gozo o per crociere nei dintorni delle isole maltesi.

Msida Marina: Quindici pontili galleggianti forniscono ancoraggi per 640 yacht fino alla lunghezza di 16 metri. Acqua ed elettricità sono disponibili per ogni ancoraggio. Navi ormeggiate per doppie file, ancorate a pesanti catene fissate al terreno.

 

 

Altre Attività


    

 

 

Golf

 

 

L’eccellente clima di Malta, unito a un sfondo storico, rendono il mondo del golf sul percorso del Royal Malta Golf Club una speciale esperienza. La passione di Malta per il golf risale a 120 anni fa. Il nome del club fa riferimento al sostegno reale che lo sport ha ricevuto qui con il passare degli anni.
Il Duca di Edinburgo giocò qui all’inizio del 1950 mentre approdò con la nave militare britannica.

Il club di oggi e 18 percorsi di buche fanno parte di Marsa Sports Club, non lontano da Valletta. Il percorso offre una vacanza all’insegna del golf, una piacevole prova senza essere troppo ostici alle cose nuove. Molte buche sono stimolanti Par 5, e portano alla trattativa. Il miglior periodo per giocare è da metà autunno a metà primavera. Il golf è certamente un’attività ideale sotto il sole invernale. Esistono campi di gioco creati per un percorso di golf secondario, vicino a Rabat nel centro di Malta.

 

 

Immersioni

 

         

 

 

Le immersioni subacquee a Malta sono considerate le migliori immersioni del Mediterraneo e sono anche facili. Le isole maltesi sono caratterizzate da temperature alte, anche in inverno, acque pulite e incontaminate con visibilità in acqua oltre 30 metri. Centinaia di chilometri di coste, molte delle quali ancora inesplorate, fanno dell’arcipelago maltese il luogo preferito per i sub avventurosi.

Le isole offrono interessanti sport sia per sub principianti che per esperti, in mare aperto o in grotte. Le isole invitano alla loro esplorazione con i loro porti naturali, baie, ripari, torrenti, scogliere, rocce e anfratti. Le possibilità sono infinite. Vi potrete tuffare in acqua da posti esclusivamente in pietra, avrete l’opporunità di esplorare una varietà di mondi sott’acqua. Abbiamo raccolto nella nostra mappa interattiva, 34 dei migliori posti conosciuti da visitare durante le immersioni. Comprendono dalle grotte labirintiche alle rocce e relitti di guerra.